Apparizione ad Egidia del 29 Dicembre 1336

Era la sera del 29 dicembre del lontano 1336 quando una giovane sposa incinta, una certa Egidia Mathis, tornando a casa stava percorrendo un sentiero innevato che attraversava un boschetto di pruni selvatici nei pressi del paese di Bra, giunta ad un pilone votivo consacrato alla Madonna si fermò per dire una preghiera quando improvvisamente venne aggredita da due soldati di ventura.
Sentendosi perduta e preoccupata per il bambino, Egidia invocò la Vergine, ed ecco apparire una Signora splendente di luce, i soldati fuggirono e la donna cadde al suolo in preda ai dolori del parto, la misteriosa Signora assistette Egidia nel parto e poi scomparve nel nulla.
Egidia si ritrovò con in braccio il suo splendido pargolo e corse verso casa per annunciare l’evento straordinario.
Egidia con amici e parenti volle tornare sul luogo del miracolo e grande fu lo stupore di tutti quando videro che i pruni selvatici erano ricoperti di fiori bianchi nonostante la stagione fredda.
Da allora la straordinaria fioritura invernale si ripete sempre nello stesso periodo e nelle rare volte che non si è verificata sono seguiti eventi nefasti.
Fin dal XVIII secolo botanici e studiosi hanno studiato il fenomeno senza mai giungere ad una spiegazione scientifica.